News

INFOGRAFICA #APD20

CONFERENCE #APD20

  • [DONE]    16 Dic   – Pubblicato il nuovo format della conferenza – Agile People Day
  • [DONE]   03 Feb –  Pubblicato 1^ tranche degli speaker che terranno 3 dei 6 talk della giornata.
  • [DONE]    03 Feb  – Apertura sistema ticket (09.00AM)
  • [DONE]    10 Feb –  Pubblicato 2^ tranche degli speaker che terranno 3 dei 6 talk della giornata.
  • [DONE]    17 Feb –  Pubblicato orario in cui si terrà ogni talk dei 6 speaker nella giornata
  • [DONE]    24 Feb – Organizzato servizio Navetta dalla stazione FS Bologna alla sede Conferenza
  • [DONE]    08 Mar – Ri-pianificazione conferenza e workshop, a Maggio 2020
  • [DONE]    27 Mar –  Ri-pianificazione conferenza per farla solo in modalità online, 18 Aprile 2020.
  • [TODO]   18 Apr  – Agile People Day – Virtual Edition
  • [TODO]   28 Mag  – Workshop Agile HR

SPEAKERS

Sarah Corti

Design director & User Experience Architect @ Sketchin

Luca Mascaro

CEO, Head of Design & Entrepreneur

Karim Riccardi

Co Founder at 7 pixel S.r.l.

Antonio Di Stefano

Co-founder & Peopleriser presso Peoplerise

Ilaria Buccioni

Partner presso Peoplerise - CEO Studio HR

Monica Bormetti

Psicologa e formatrice sul #benesseredigitale | Autrice #Egophonia (Ed.Hoepli) | Keynote speaker

Andrea Provaglio

Agile Executive Coach, Agile Enterprise Coach, Keynote Speaker, Mentor

Valerio Provaggi

Innovation Manager & Agile Coach @Inspearit Italy

Abbiamo pensato di organizzare un Sabato diverso dal solito, sulle colline Bolognesi immersi nella natura, a parlare di un tema a noi tutti molto caro, le PERSONE.

  • 6 Talk nella giornata in una sola sala
  • 1 Panel finale per fare le domande e confrontarsi con gli speakers
  • Non dovrai preoccuparti di cambiare sala
  • Ritmo sostenibile
  • Momenti di networking
9:30 - 10:00
Intro

Affinché l’insieme di pratiche, strutture e processi – ormai scontato e assunto – nel mondo agile non si annodi su se stesso, è necessario pensare a sistemi “operativi” umani che lo supportino e lo abilitino realmente.
Se, infatti, assumiamo che il modello sense & respond sia quello che favorisce l’agilità, allora il sense making individuale e collettivo diventa la premessa intorno alla quale esso ruota, come un kernel, a presidio dell’efficacia, della vitalità operativa e della connessione tra gli stakeholder nell’eco-sistema.
Stiamo proponendo una lettura inside-out di un percorso agile, che ha effetti fondamentali all’esterno; un percorso che non può essere affrontato con convinzioni oggettivistiche, ma che è in grado di generare comportamenti ed azioni che guardano veramente ad un futuro possibile.
In questo passaggio trova una sua specifica collocazione il potenziamento delle capacità, che determinano: il modo in cui le persone pensano, come trovano senso nelle situazioni complesse che le circondano, le credenze e i valori che determinano il loro sguardo sulla realtà, la capacità di avere prospettive diverse dalle proprie e di relazionarsi con gli altri per nutrire un sistema abilitato e potenziato. Nutrimento del proposito, del mindset e della cultura agile, tutte attenzioni abilitanti per un’agilità vitale.

Antonio Di Stefano & Ilaria Buccioni
10.40 - 11.10
Coffee

Lavoriamo in contesti sempre più sfidanti per la nostra concentrazione. Le urgenze sono sempre dietro l’angolo e le distrazioni provenienti dal digitale aumentano sempre di più: mail, messaggi, social, news, ecc. In questo panorama il nostro cervello si adatta: creatività, attenzione e memoria sono alcune delle capacità cognitive che subiscono gli effetti dei continui stimoli provenienti dai nostri dispositivi. Come possiamo preservare le nostre capacità cognitive per essere più concentrati quando lo desideriamo? Come possiamo favorire intorno a noi un ambiente che ci aiuti a lavorare in modo focalizzato? Queste sono due delle domande che il talk vuole affrontare, proponendo delle riflessioni utili e pratiche per chi si occupa di persone al lavoro.

Monica Bormetti

Dalla pratica alla teorizzazione e ritorno.

Un racconto, sotto forma di case study, di un modo di fare azienda che metta al centro l’uomo. Un racconto che, attingendo da altre discipline, potrà offrire spunti ma, soprattutto, l’occasione di porsi nuove domande.

Karim Riccardi

“In un cambio culturale e organizzativo verso la Business Agility (cioè portare modelli adattivi di fare business in ogni funzione aziendale), il tema della leadership diventa imprescindibile e fondamentale. Questo perché, per definizione, chi è in posizione di leadership ha influenza sull’ambiente che lo/la circonda.
Nel mio lavoro, che è quello di accompagnare aziende verso modelli operativi e organizzativi contemporanei, mi trovo spesso (molto, troppo spesso) di fronte a: malintesi su cosa significa leadership in generale e specificatamente in contesti Agile; confusione tra management e leadership; incomprensioni sul significato di leadership orizzontale e servant leadership; resistenze di vario tipo ad introdurre modelli diversi, specialmente quando questo cambiamento sembra essere una minaccia al potere e ai privilegi “”informali”” acquisiti dal rango; immaturità sui concetti di self-awareness e personal responsibility.
È impossibile pensare di evolvere verso modelli nuovi senza affrontare, non con timore ma con curiosità, tutti questi temi. È altrettanto impossibile che una crescita in questa direzione avvenga senza il ruolo attivo della funzione HR che non solo è composta di persone, ma ha a sua volta la missione di favorire lo sviluppo di altre persone.
Quindi, quello di cui parlo in questa sessione sono esperienze vissute, consigli pratici e qualche riflessione “”filosofica”” che, mi auguro, possano essere utili a fare evolvere la propria realtà verso modelli contemporanei, come ho già visto accadere in altre aziende.”

Andrea Provaglio
13.20 - 14.20
Lunch

“Fallire ci costringe a riconsiderare cosa stiamo facendo e ad imparare dai nostri errori”. In questo talk affrontiamo il tema del design organizzativo traendo spunti dalla gestione del fallimento nel game design. L’approccio mira a trasformare la cultura partendo dalle persone per aumentare il loro engagement.

Valerio Provaggi

Lavorare con processi Agili è stimolante e bellissimo. Ma cosa succede quando osserviamo più da vicino le singole persone che lavorano con noi nel team?
Non tutte le persone e i team sono uguali, anche se seguono le medesime pratiche. Come armonizzare le pratiche Agili con le esigenze dei singoli: malattia, remote working, maternità, quotidianità…
In questo speech racconteremo come abbiamo affrontato la questione in Sketchin.

Luca Mascaro & Sarah Corti

Closing & Regards

WORKSHOP

SPONSOR #APD20

PLATINUM

GOLD

MEDIA PARTNERSHIP

NELL’ EDIZIONE PRECEDENTE