Nuovo sito è online

Presentazione

Nel 2019, alla quarta edizione della conferenza “Agile Business Day”, che si svolge in Settembre, abbiamo aggiunto al tradizionale incontro del Sabato incentrato sulla Agilità aziendale la giornata del Venerdì, che è stata dedicata al “fattore umano” del Agile.

Ciò che lega i due giorni è che Business, Organizzazione e Persone sono, in una cultura Agile, fortemente interconnessi e sinergici.

Le 350 persone che hanno partecipato ad Agile Business Day sono state entusiaste della nuova iniziativa divisa su due giorni, che ha consentito  maggiore focalizzazione tematica dedicando una giornata ad Agile People (Venerdì) e una ad Agile Business (Sabato).

Abbiamo quindi pensato di dare maggiore “dignità” organizzativa alla nuova iniziativa Agile People, creando un evento interamente dedicato a questo tema – evento che, naturalmente, si va a posizionare in un periodo diverso da Settembre.

Per questo evento prendiamo ispirazione come sempre dall’ Agile Manifesto, nel quale il primo valore dice:

 

  • Individuals and Interactions Over Processes And Tools

 

Infatti, sono le persone e come far emergere il loro potenziale, l’elemento imprescindibile in un processo di trasformazione Agile, ed è proprio alle persone che va dato un ruolo centrale.

Il valore di un’azienda sta oggi nell’essere in grado di poggiare il suo successo sulle caratteristiche principali di tutti gli elementi che ha a disposizione: uno di questi è il lavoro creativo, intellettivo e collaborativo delle persone.

Vogliamo dunque suggerire un cambio di linguaggio e di paradigma. Human Resources, in italiano Risorse Umane, è un termine coniato a partire dalla seconda Rivoluzione Industriale e non è più la parola giusta in un mondo basato sul knowledge work, in cui le persone non sono risorse, non possono e non devono essere de-personificate, devono mantenere lo status e l’individualità di “essere umano”.

In definitiva, basare tutte le funzioni di un’azienda sul puro pensiero logico, l’equivalente del processo, da solo non ci permette di affrontare situazioni complesse quali le sfide a cui ci pone davanti oggi il mercato ed il mondo in cui viviamo. Dobbiamo liberare la nostra mente e far emergere la nostra natura di esseri sociali e collaborativi e far emergere tutto il potenziale.